trit_Phaedrus_Fabulae_13_112

La volpe e il corvo – Chi si compiace di falsi elogi, di solito paga pena e se ne pente con grande vergogna. – – – Il corvo aveva rubato da una finestra un pezzo di formaggio; appollaiato sulla cima di un albero, stava per mangiarlo quando la volpe lo vide e cominciò a parlargli così: “Che lucentezza hanno le tue penne, corvo! Che nobile portamento è il tuo e che volto! Se avessi una bella voce, nessun uccello ti supererebbe”. Allora lo sciocco, volendo esibire la sua voce, lasciò cadere dalla bocca il formaggio che l’astuta volpe afferrò con i suoi avidi denti. Solo allora il corvo ingannato si rimproverò per la sua stupidità.

Clic per vedere traduzione  trlat_Phaedrus_Fabulae_13_75

Potrebbero interessarti anche...