Instit_I_2

trit_Instit_I_2_243

§ 3. La condizione di libertino aveva prima una triplice divisione. Infatti, coloro che erano manomessi, ora acquistavano la maggiore ed integra libertà e diventavano cittadini romani; ora ne acquistavano una minore e diventavano latini per la legge Giunia Norbana; ora acquistavano la minima, e per la legge Elia Senzia entravano nel numero dei deditizi. Ma tuttavia la pessima condizione...

trlat_Instit_I_2_190

3. Libertinorum autem status tripertitus antea fuerat: nam qui manumittebantur, modo maiorem et iustam libertatem consequebantur et fiebant cives Romani, modo minorem et Latini ex lege Iunia Norbana fiebant, modo inferiorem et fiebant ex lege Aelia Sentia dediticiorum numero. sed dediticiorum quidem pessima condicio iam ex multis temporibus in desuetudinem abiit, Latinorum vero nomen non frequentabatur: ideoque nostra pietas, omnia...

Verified by MonsterInsights