trit_DeOfficiis_I_339_80

117. Tutte queste considerazioni convien fare, quando si cerca che cosa è il decoro. E innanzi tutto è necessario stabilire bene chi e quali vogliamo essere, e quale istituto di vita abbracciare: determinazione difficilissima oltre ogni dire. Perché, appena giovane, quando la forza della ragione è più debole, ciascuno si sceglie quel modo di vivere di cui si è maggiormente invaghito. Pertanto si ritrova in un certo sistema di vita, prima ancora d’aver potuto giudicare qual sia il migliore.

TESTO TRADOTTO

trlat_DeOfficiis_I_339_67 Haec igitur omnia, cum quaerimus quid deceat, complecti animo et cogitatione debemus; in primis autem constituendum est, quos nos et quales esse velimus et in quo genere vitae, quae deliberatio est omnium difficillima. Ineunte enim adulescentia, cum est maxima inbecillitas consilii, tum id sibi quisque genus aetatis degendae constituit, quod maxime adamavit. Itaque ante implicatur aliquo certo genere cursuque vivendi, quam potuit, quod optimum esset, iudicare.