trit_DeOfficiis_I_114_47

E appunto la regolare condotta della guerra è stata scrupolosamente definita dal diritto feziale del popolo romano.  Da ciò si può dedurre che non è guerra giusta se non quella che si combatte o dopo aver chiesto riparazione dell’offesa, o dopo averla minacciata e dichiarata.