trit_DeBelloGallico_III383_50

Le loro navi, poi, erano costruite e attrezzate come segue: le carene erano alquanto più piatte delle nostre, per poter resistere con maggior facilità alle secche e alla bassa marea; le prore erano estremamente alte e così pure le poppe, adatte a sopportare la violenza dei flutti e delle tempeste.

Clic per vedere traduzione  trlat_DeBelloGallico_III383_34

Potrebbero interessarti anche...