trit_DeBelloGallico_II325_80

Le vinee erano già state spinte in avanti e il terrapieno costruito; ma, quando videro che stavamo preparando, lontano, una torre, dalle mura incominciarono subito a deriderci e a gridare perché mai un marchingegno così grande veniva costruito a tanta distanza: su quali mani e quale forza i Romani, piccoletti com’erano (tutti i Galli, infatti, per lo più disprezzano la nostra statura a confronto dell’imponenza del loro fisico), facevano conto per avvicinare alle mura una torre così pesante?

Potrebbero interessarti anche...