trit_Codex_Canonici_Iuris537_50

§ 2. Il Romano Pontefice, nell’adempimento dell’ufficio di supremo Pastore della Chiesa, è sempre congiunto nella comunione con gli altri Vescovi e anzi con tutta la Chiesa; tuttavia egli ha il diritto di determinare, secondo le necessità della Chiesa, il modo, sia personale sia collegiale, di esercitare tale ufficio.

Clic per vedere traduzione  trlat_Codex_Canonici_Iuris537_36

Potrebbero interessarti anche...