trit_Codex_Canonici_Iuris1950_33

Can. 1388 – § 1. Il confessore che viola direttamente il sigillo sacramentale incorre nella scomunica latae sententiae riservata alla Sede Apostolica; chi poi lo fa solo indirettamente sia punito proporzionalmente alla gravità del delitto.

Clic per vedere traduzione  trlat_Codex_Canonici_Iuris1950_25

Potrebbero interessarti anche...