Residenza: Fano (PU)

Maturità classica: Liceo-Ginnasio Nicola Zingarelli – Cerignola

Laurea: Lettere Moderne presso Università degli Studi di Bari

Professione svolta: Docente Lettere Scuole Statali Superiori

Ordine Professionale: Ordine Giornalisti dal 15.10.1983

Attività svolta: Direttore di redazione di una TV privata e di alcuni periodici locali – autore di diversi testi scolastici per Scuole Superiori.

Pubblicazioni

Profili di attualità – Triennio, Ladisa, Bari 1998

I sistemi filosofici, Ethel Editoriale G. Mondadori, Milano, 1997

Profili di attualità – Biennio, Ladisa, Bari 1997

Tracce per il tema di attualità, Ethel Editoriale G. Mondadori, Milano, 1996

Per vivere meglio, Ethel Editoriale G. Mondadori, Milano, 1996

Graffiti di attualità – Antologia interdisciplinare, Ladisa, Bari – 1995

Tra Ottocento e Novecentola lirica di un minore, Excalibur, 1989

Patrimonium Beati Petri, Excalibur, 1988

Traduttore latino-italiano

È un sito per uso e diletto personale messo in rete per condividerlo con alcuni amici. Tuttavia, non nego l’accesso a coloro che, rinunciando all’azione per età o per l’eccessiva corruzione che corrode la nostra Repubblica, non potendo rimanere il loro animo in ozio, s’immergono nello studio dei classici sperando di avere qualche degno conforto al proprio sdegno … Per saperne di più

 

Pubblico sul web indagini relativi ad argomenti delicati presentati dai media di massa in maniera a dir poco distorta (la storia è sempre stata dettata dai vincitori o da chi sta al potere!). In questo sito ne pubblico due: Vite sospese – Vaccini: 100 domande al ministro Lorenzin. Quest’ultimo risale ad alcuni anni fa, prima che fossero resi obbligatori 12, poi 10 vaccini “per motivi di urgenza” nonostante tante contraddizioni: basti pensare che l’ultimo caso di polio in Italia risale a 35 anni fa, gli ultimi due casi di difterite a 25 anni fa, il tetano non è contagioso per cui vaccinare “con urgenza” un bimbo di tre mesi nato da madre sana, per evitare che possa nuocere ad altri, è una giustificazione che provoca interrogativi imbarazzanti ignorati o minimizzati o persino derisi dai sostenitori ad oltranza.

 

L’ultimo periodico locale che ho diretto è La Bussola, un periodico fondato da giovani iscritti all’Associazione Liberamente con lo scopo di arginare la sfrontatezza di coloro che sono avvezzi a mettere le mani sul territorio. Tali finalità giornalistiche non si possono perseguire se si opera in alto loco dove stultorum numerus infinitus est: si rischia di svolgere il ruolo di servum pecus con la conseguente mortificazione della propria dignità e indipendenza. 

Ho interrotto le pubblicazioni da diversi anni ma continuo a tenermi a tenermi aggiornato seguendo corsi di formazione professionale soprattutto su argomenti deontologici e tecnici.

 

Negli Anni ’90, per circa due anni, mi sono dedicato alla politica locale a modo mio: staccandomi dal gruppo politico di maggioranza del quale facevo parte, affiancavo e, in alcuni casi, mi sostituivo ai consiglieri di opposizione del M.S.I. Un “dissidente” ante litteram! …Per saperne di più.